proximity devices dispositivi tecnologia beacon

Tecnologia Beacon nei Proximity Devices

La tecnologia Beacon attraverso il Bluetooth Low Energy, permette a piccoli dispositivi, chiamati Beacon, di trasmettere informazioni a smartphone e tablet per un raggio d’azione che può andare da 10 centimetri fino a 70 metri.
Con i beacons si possono veicolare informazioni e contenuti di vario tipo (dalle immagini ai video, fino ai questionari) agli utenti che abbiano scaricato l’app dedicata al luogo- negozio in cui si trovano. La tecnologia Beacon, insieme alla tecnologia GPS, è la protagonista principale nelle strategie di proximity marketing nell’operazione di fidelizzazione del cliente, migliorando la customer experience.

Nella nostra vision, il Proximity Marketing è un ecosistema formato da app, coupon, notifiche push e Beacon.

Dispositivo Beacon nel proximity: come funziona

Negli Usa, la prima catena di negozi che ha cominciato ad utilizzare il dispositivo Beacon è stata Macy’s, per attività di marketing correlate ai propri prodotti. La caratteristica fondamentale che rende il dispositivo Beacon molto utile ed efficiente è quella di mostrare immediatamente il contenuto sul device dell’utente. Trovandosi, ad esempio all’interno di un negozio con il Bluetooth acceso ed i servizi di localizzazione attivi, tramite l’applicazione scaricata sullo smartphone del negozio o del locale, che sfrutta la tecnologia Beacon, potremo ricevere un messaggio di benvenuto o visualizzare uno sconto su particolari prodotti.
Mantenendo quindi acceso il Bluetooth, grazie a questa tecnologia verranno fornite informazioni immediate, non appena l’utente utilizza il proprio smartphone. La tecnologia Beacon sul mercato è pienamente compatibile sia con sistemi Apple che con quelli Android ed il Bluetooth è integrato ormai nella maggior parte dei devices.

Proximity Devices

Oltre al dispositivo beacon, in un ecosistema di proximity marketing rientrano anche queste tipologie di sensori:

GPS: permette la creazione di regioni geofence e di condizionare l’invio di messaggi geolocalizzati alla presenza di persone in un determinato raggio di azione

RFID: la tecnologia RFID permette, ad esempio, la sostituzione del codice a barre sfruttando i seguenti vantaggi:

  • affidabilità della lettura
  • eliminazione della necessità di “vedere” l’etichetta (le etichette radio possono essere contenute all’interno dei prodotti ed essere lette anche in più esemplari contemporaneamente)
  • capacità di lavorare in ambienti contaminati e sporchi
  • capacità di resistere, con opportune protezioni, all’aggressione di agenti chimici e ambientali
  • capacità di poter operare immersi in un fluido e dentro l’oggetto che si vuole identificare oppure all’interno di un altro contenitore (purché non completamente metallico)
  • possibilità di leggere, nello stesso contenitore, il codice di decine o centinaia di etichette in un lasso temporale di pochi secondi, e di trasmetterlo al sistema informativo di gestione.

NFC: la tecnologia NFC trova particolare applicazione nei pagamenti smart, consentendo una rapida identificazione dell’utente nella gestione degli accrediti e dei pagamenti contactless.

Contattaci per implementare la tecnologia beacon all’interno della tua strategia di proximity marketing.

Compila il form



i campi contrassegnati da * sono da considerarsi obbligatori